Trentino & Vino

Uno parte per una due giorni in Trentino. Senza pretese e senza pensare alla degustazione. Due spensierati viaggiatori senza meta e senza programma, a casaccio.

Non ve le posto le foto di tutti i vigneti e meleti che ho fatto. Neanche quelle delle cantine. Manco per sogno quella delle vasche d’acciaio della Cantina sociale di Trento. Uno potrebbe pensare che siamo malati di lavoro!!

La prima tappa è stata la Locanda del Sorriso. Un posto “strano”.  Lo dovete vivere per capirlo. O non lo capite proprio. Non aspettatevi nulla e non cercate d’inquadrarlo nella casista particolare delle Locande o degli alberghi. Non ci riuscirete.

Foto del panorama dalla camera che ci ha ospitato:

Panorama dalla Locanda del Sorriso

Panorama dalla Locanda del Sorriso

Niente di meglio che un vigneto per allietare il nostro sguardo. Il giorno dopo il nostro arrivo, i contadini hanno acceso i gettoni per bagnare. La siccità si fa sentire pure qui.

Villa Bertagnolli

Villa Bertagnolli

Non fatevi incantare. La facciata è quella di Villa Bertagnolli che ospita al suo interno un B&B con annessa locanda per la cena. Lo stile è stranissimo. Ovviamente legati alla storicità dei locali e delle Belle Arti i signori Bertagnolli non hanno ristrutturato come avrebbero voluto. All’interno troverete, se mi si permette, un’accozzaglia di materiali, quadri, statue, reperti di ogni epoca e stile. Il tutto condito da tanto legno Trentino. Indubbiamente pulito, non propriamente ordinato. I proprietari sono simpaticissimi e cordiali. La cena è stata ottima. Buonissimi gli antipasti salati su base di sfoglia strudel e i tortini di verdure. Ottimi i Canederli. Non ce l’abbiamo fatta ad affrontare i secondi, ma ci siamo lasciati convincere ad assaggiare i dolci. Una delizia per il palato. Ottimo, anche se un po’ caruccio lo Chardonnay sfuso di Mezzacorona ( a 15 euri non temo smentita ).  Mi aspettavo un po’ di più cura nella scelta dei vini. Probabile che la presenza di tanti turisti stranieri faccia chiudere un occhio su questo particolare. Anche se non dovrebbe essere così.

Locanda del Sorriso

Locanda del Sorriso

Seconda tappa: monte Bondone e la malga Brigolina

La Malga si trova praticamente a due passi da Trento, una gita fuori porta per i cittadini. E’ a circa 1000 m. di altitudine e quindi la malga a quota più bassa del Trentino. Nei verdi prati, circondati dal bosco e macchiati qua e là da qualche faggio e tiglio, pascolano diverse specie di animali. Il latte è lavorato nell’attrezzato caseificio i cui prodotti vengono venduti direttamente e utilizzati nell’accogliente agritur.

L’agritur offre una cucina tipica trentina: formaggi, polenta, spezzatino, strudel… con vendita diretta dei prodotti caseari. ( un paio di chiletti son finiti nel nostro frigorifero e temo non dureranno molto…)

Questa malga è attrezzata anche come fattoria didattica con un percorso dedicato per la visita dove i bambini e non solo loro, possono vedere da vicino gli animali. Poco prima di arrivare alla malga si incontra, sottostrada, la “baita delle alpi” dove si svolge attività didattica anche per gruppi e scolaresche che vogliono conoscere l’affascinante mondo delle api.  Dalla malga partono numerosi percorsi per escursioni sia a piedi che a cavallo o in mountain-bike sul monte Bondone dove esiste anche un orto botanico.  Non abbiamo fatto in tempo a visitarlo, ma ce lo siamo segnato per la prossima tappa che faremo da queste parti.

Abbiamo mangiato divinamente e, sia per la qualità che per la quantità ad un prezzo onesto. La temperatura era divina e nonostante fosse il 12 Agosto, i piatti sono andati giù come l’olio. L’unica nota davvero negativa il vino. Spiace dire che, nel terroir del Teroldego e del Pinot nero ci saremmo aspettati un vino migliore, anche fosse stato alla spina. Purtroppo, tra le varie bottiglie in esposizione, poco o niente della zona e un tristissimo Prosecco in vendita. Da bravi Trevigiani Vignaioli ne dovremmo esser contenti, ma anche no. In fin dei conti ci piace assaggiare la produzione locale quando s’esce dalla Marca.

L'Enzo e il piatto d'affettati

L’Enzo e il piatto d’affettati

Formaggio cotto, polenta taragna e funghi del bosco

Formaggio cotto, polenta taragna e funghi del bosco

Tortel di Patate

Tortel di Patate

Poi siamo tornati, più tardi, al caldo della pianura Trevigiana. Tra le altre cose c’è da preparare la cantina per l’imminente Vendemmia 2013.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...